Logo
firenze

Guide turistiche Montalcino - visite guidate con guida turistica a Montalcino

MontalcinoVisita classica: Già nel periodo etrusco Montalcino aveva un ruolo strategico, grazie alla sua posizione dominante su una collina di ben 564 metri slm che permetteva di controllare le valli dei fiumi Ombrone e Asso. Conquistata definitivamente da Firenze nel 1559 ha avuto notorietà solo di recente come patria di uno dei più famosi vini italiani, il Brunello di Montalcino.
La nostra visita guidata di Montalcino inizia con la vista della fortezza (secolo XIV) che domina il paese. Da qui si raggiunge facilmente la Piazza Garibaldi e la chiesa romanico-gotica di Sant'Egidio. Dopo la visita della chiesa continuiamo la nostra passeggiata fino alla Piazza del Popolo, dominata dalla torre slanciata del palazzo del Priore, da una loggia e da altri edifici tardo-medievali. Non lontano da qui si trova la cattedrale di Montalcino, rinnovata in forme neoclassiche nel secolo XIX. Al termine della nostra passeggiata nel centro storico di Montalcino, visitiamo il monastero di S. Agostino, al cui interno si trova una importante collezione di reperti archeologici e di opere d'arte medioevali.

La visita guidata di Montalcino può essere combinata con una visita alla vicina abbazia di Sant'Antimo (vedi sotto) o con una degustazione di Brunello di Montalcino in una fattoria a pochi chilometri dal centro.
 
Per un itinerario di un'intera giornata, proponiamo una visita guidata di Pienza. 
 
Durata: 1,5 ore. (3 ore con Sant'Antimo)
Ingressi: -
 
***
 
 
Itinerari nei dintorini di Montalcino
 
 
Abbazia S. AntimoAbbazia di S. AntimoAttraversando vigneti, uliveti e lecci si arriva all'Abbazia di S. Antimo, a circa 10 km di distanza da Montalcino. Secondo la tradizione, la costruzione dell'abbazia si deve ad una donazione di Carlo Magno del 781. Raggiunto l'apice del suo potere, tra i secoli XI e XII, come una delle abbazie più potenti della Toscana, la struttura decadde nei secoli successivi e fu restaurata solo nel ventesimo secolo.
La nostra visita della chiesa, costruita interamente in travertino, presenta una delle più importanti chiese romaniche della Toscana. L'apside semicircolare con absidiole radiali, ispirata da modelli francesi, il campanile di stampo lombardo e la facciata con il suo portale riccamente decorato ci accompagnano man mano al suo interno. Qui la basilica a tre navate ci sorprende per l'allegra sobrietà delle sue pareti che ad eccezione di alcuni resti di affreschi rimangono quasi spoglie di ogni decorazione. Di particolare importanza sono però i capitelli in onice scolpiti con numerosi motivi floreali e con figure di animali. Tra di loro, un capolavoro assoluto, il capitello rappresentante Daniele nella fossa dei leoni, attribuito al Maestro di Cabestany.
Durata: 1,5 ora. (3 ore con Montalcino)
Ingresso: -
 
Consorzio Brunello di Montalcino